Presentati i 17 progetti vincitori di ‘Lazio Cinema International’, il bando da 10 milioni di euro attraverso il quale la Regione ha finanziato la realizzazione di coproduzioni cinematografiche e audiovisive tra almeno una PMI laziale e uno o più produttori esteri.

Il Lazio oggi è la seconda regione d’Europa per volume di investimenti nel cinema dopo Berlino-Brandeburgo: quest’anno sono stati investiti 23 milioni di euro per questo comparto. Tra queste risorse anche “Lazio Cinema International”, una novità assoluta che ha riscosso un grande consenso tra gli operatori e sulla quale abbiamo investito 10 milioni di euro.

Lazio Cinema International 2016: il prossimo bando verrà presentato al MIA, il Mercato Internazionale dell’Audiovisivo che si svolgerà a ottobre durante la Festa del Cinema di Roma. Le domande potranno essere presentate nel mese di dicembre 2016. Anche per il 2016 il bando potrà contare su risorse per 10 milioni di euro. Sostenere il cinema significa creare opportunità di lavoro e sviluppo per un settore che coinvolge tantissime figure: artigiani, costumisti, sceneggiatori, troupes, registi, un grande mondo dell’audiovisivo che porta lavoro, crescita e qualità.

I risultati della scorsa edizione del bando:

Ben 17  le coproduzioni finanziate. È stato possibile perché sono stati messi insieme tre grandi elementi identitari della nostra Regione: creatività, industria e vocazione internazionale. Tutto questo è stato possibile grazie a un lavoro congiunto tra cultura e politiche per lo sviluppo, con il coinvolgimento attivo del Mibact e del Mise e il supporto decisivo di Lazio Innova e della Filmcommission regionale. L’anno precedente le coproduzioni erano state solo 4.

8 i paesi coinvolti, tra questi il più rappresentato è la Francia, che con ben 7 coproduzioni si conferma partner strategico per il sistema audiovisivo del lazio e lo sarà ancora di più dopo l’accordo firmato a Cannes con Ile de France, assieme a Berlino Brandeburgo. 3 progetti provengono dalla Germania, l’altro grande partner del Lazio; ma anche da Belgio e Regno Unito.

La promozione del territorio e delle eccellenze del Lazio. Il sostegno all’audiovisivo è utile per promuovere la bellezza e la qualità del Lazio nel mondo. Tra le location rappresentate tutte le province.  Naturalmente Roma, ma anche Sabaudia, i Castelli; Bomarzo e le città di Rieti; Latina e Viterbo. E una bellissima idea di un documentario sulle vie consolari, la rete infrastrutturale su cui è stata costruita, da Roma, la civiltà europea.

Cast internazionali. Tra gli italiani: Giancarlo Giannini; Kim Rossi Stuart; Luca Marinelli. Tra le stelle internazionali: Nastassja Kinski; Charlotte Rampling e Dustin Hoffman.

Tanti anche i generi, sono tutte storie con uno sguardo sul mondo. 12 storie cinematografiche, 2 documentari, 2 fiction per la tv, 1 film d’animazione. I progetti sono caratterizzati da un’altissima qualità di contenuti, anche dal punto di vista culturale e politico: dalle migrazioni nel Mediterraneo al fenomeno della fuga dei cervelli all’estero fino alle mafie nelle periferie.

Tre nuovi passi per portare con l’audiovisivo più Lazio nel mondo: sarà possibile anche attraverso il nuovo bando, appunto, con un grande progetto per portare nel mondo l’abbinamento cinema-cibo, come prodotti di punta della cultura e strumenti di promozione del Lazio e con una grande azione sulla reindustrializzazione.

”Il Lazio si conferma come la seconda regione europea, dopo Berlino-Brandeburgo e prima dell’Ile-de France per il sostegno all’audiovisivo. Siamo leader italiani e ci candidiamo a diventare leader europei – lo ha detto il presidente, Nicola Zingaretti, che ha aggiunto: il nostro obiettivo è sostenere l’economia e il lavoro nel Lazio. Finalmente  ritornano nella nostra regione grandi coproduzioni mondiali. Il fondo ha finanziato 17 coproduzioni. Lo scorso anno erano state 4 e tutto questo dà la misura del successo di ‘Lazio Cinema International”- ha detto ancora Zingaretti.

Fonte: http://newsletter.lazioinnova.it/nl_news.asp?id=9063&title=lazio_cinema_international