Fonte: bimag.it

E’ disponibile sul sito del ministero dello Sviluppo economico la sesta edizione del rapporto di monitoraggio delle iniziative e misure a favore delle micro, piccole e medie imprese adottate in attuazione dello Small Business Act. Il rapporto, indicato dalla Commissione europea come esempio di ‘buona pratica’, è stato predisposto dalla direzione generale per la politica industriale, la competitività e le Pmi.

Small Business Act rapportoIl rapporto fornisce uno sguardo di insieme sulle principali misure adottate nel corso del 2014 e su quelle approvate nel corso del primo semestre di quest’anno. Emerge, in particolare, il ruolo rilevante delle policy orientate al rilancio degli investimenti produttivi, soprattutto votati all’innovazione, quelle dirette alla modernizzazione della finanza d’azienda e quelle volte al rafforzamento della proiezione internazionale del tessuto produttivo. Sono inoltre presenti approfondimenti tematici sui contratti di rete, sul fondo di garanzia per le Pmi e sulla “nuova Sabatini”: tre strumenti di politica industriale largamente utilizzati dalle imprese italiane.

Uno specifico focus è dedicato all’ecosistema delle startup innovative, data l’importanza crescente assunta dall’innovazione e dalla nuova imprenditorialità come driver fondamentale per la crescita economica e occupazionale. Trova anche spazio l’illustrazione dei principali risultati dell’indagine condotta dal Ministero dello Sviluppo economico su un campione rappresentativo di 1.000 micro e Pmi, finalizzata a evidenziare il grado di conoscenza delle imprese sulle principali misure di politica industriale, le loro condizioni di liquidità e di accesso al credito.

Infine, negli allegati sono riportate le principali misure messe in campo dal governo durante il periodo preso in esame, mettendo in luce per ciascuna la corrispondenza con uno o più dei 10 principi dello Small Business Act, a cura della Commissione attività produttive della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome.