Fonte: opencoesione.gov.it

 

 

I grandi numeri sui dati di progetti, finanziamenti e pagamenti monitorati al 30 aprile 2015

L’universo degli oltre 900.000 progetti finanziati dagli strumenti programmatici delle politiche di coesione 2007-2013, monitorati nell’ambito del Sistema di Monitoraggio Unitario e delle assegnazioni a progetti effettuate da Delibere CIPE, pubblicati sul portale OpenCoesione vale, al 30 aprile 2015, più di 91 miliardi di euro di finanziamento pubblico (sia su fondi dedicati alle politiche di coesione e sia su fondi ordinari complementari), a cui corrispondono quasi 42 miliardi di pagamenti effettuati, per un avanzamento di spesa sul valore finanziario dei progetti medio del 45% circa.

L’avvicinarsi del termine di attuazione finanziaria del ciclo comunitario 2007-2013: accelera l’aumento dei pagamenti rispetto ai finanziamenti

Rispetto al dato di febbraio 2015, il numero dei progetti pubblicati su OpenCoesione  ad aprile 2015 e riferito all’universo delle politiche di coesione (progetti in attuazione dei Programmi dei Fondi Strutturali comunitari, del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione, FSC, e del Piano d’Azione per la Coesione, PAC, oltre che risorse FSC assegnate con Delibere CIPE) è aumentato di oltre 17.000 unità. L’incremento dei pagamenti registrati è di circa 1,3 miliardi di euro, superiore, per la prima volta nel corso dell’ultimo anno, all’incremento del valore  del finanziamento pubblico collegato al valore dei progetti che appare in aumento per circa 1 miliardo di euro.

Tabella 1. Finanziamento pubblico, pagamenti e progetti monitorati su OpenCoesione nell’ultimo anno. Valori assoluti e variazioni bimestrali

Nei dati che si evidenziano su OpenCoesione si incrementano non solo i pagamenti, ma anche numerosità e quindi valore complessivo  dei progetti monitorati, in cui i fondi per la coesione fanno da volano anche a risorse ordinarie. Questa evidenza nell’incremento dei progetti monitorati e dei pagamenti ad essi connessi, può essere collegata in parte alla fase di  completamento dei Programmi comunitari del ciclo 2007-2013 che comporta la necessità di accelerare l’attuazione finanziaria e l’identificazione compiuta di progetti cofinanziati dai Fondi strutturali che potranno attuarsi con il contributo europeo del ciclo 2007-2013 solo fino al termine del 2015. Per gli interventi del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione e del Piano d’Azione per la Coesione, invece, l’attuazione, anche finanziaria, può proseguire ben oltre il termine del 2015, sovrapponendosi così all’avvio del periodo di programmazione 2014-2020, il cui nuovo tracciato di monitoraggio, in fase di finalizzazione operativa, si popolerà di progetti in attuazione a partire dal prossimo anno.

La composizione tematica dei progetti monitorati: Trasporti, Ricerca e innovazione e Ambiente i settori che assorbono maggiori risorse…

L’attuale distribuzione dei progetti finanziati nei 13 Temi sintetici di OpenCoesione, definiti sulla base di classificazioni europee e nazionali della spesa (cfr. la FAQ dedicata), fornisce alcune indicazioni sulla caratterizzazione delle politiche di coesione in attuazione in Italia. Fatto 100 il finanziamento pubblico relativo ai quasi 910 mila progetti monitorati al 30 aprile 2015, le quote più rilevanti sono concentrate in Trasporti e Infrastrutture a rete (27%), Ricerca e innovazione (14%) e Ambiente e prevenzione dei rischi (11%) che quindi rappresentano oltre la metà dei finanziamenti. Il restante valore finanziario si distribuisce negli altri 10 Temi. In alcuni casi, si tratta tuttavia di valori in assoluto importanti. Tra questi l’ambito relativo a Servizi di cura a infanzia e anziani, oggetto soltanto negli ultimi anni di supporto più rilevante da parte delle  risorse aggiuntive (in particolare  il Piano Nazionale per i Servizi di cura all’infanzia e agli anziani non autosufficienti, finanziato dal Piano d’Azione per la Coesione)  che presenta quasi 500 milioni di euro, al 30 aprile 2015, di finanziamenti monitorati  che, sebbene siano una quota marginale rispetto al totale delle risorse delle politiche di coesione, costituiscono un consistente impegno finanziario se considerati rispetto al target cui sono destinati. Gli incrementi di finanziamento osservato maggiori nel periodo tra febbraio e aprile 2015 hanno riguardato, sia in termini assoluti che relativi, i progetti in Attrazione culturale, naturale e turistica, rappresentano poco più del 5% del valore totale dei progetti.

con comportamenti di spesa differenziati: elevato l’avanzamento per i progetti relativi a Ricerca e innovazione,  Occupazione e Competitività Imprese, più lento per i Trasporti  

Guardando ai pagamenti cumulati  (grafico 1), si osserva che essi sono concentrati nel Tema Ricerca e innovazione, che assorbe quasi il 20% del totale dei pagamenti e nel quale si registra anche l’incremento maggiore nel periodo tra febbraio e aprile. Seguono i progetti in Occupazione e mobilità dei lavoratori (che assorbono il 16% dei pagamenti) e quelli  in Trasporti e Infrastrutture a rete (14%) che assorbono comunque la maggior quota di finanziamento.

In generale l’andamento dei pagamenti riflette la differenziata tempistica attuativa media di progetti in settori (Temi) diversi, evidenziando il maggior tempo di completamento dei progetti a natura infrastrutturale

Il dato sull’avanzamento finanziario  (rapporto tra pagamenti e finanziamenti) dei progetti  rimane assai più elevato per i progetti con attuazione procedurale meno complessa. Raggiunge un massimo pari al 77% per i progetti  in tema di n Occupazione e mobilità dei lavoratori (in cui a meno del 10% di finanziamento pubblico è associato il 15% dei pagamenti totali). Gli altri progetti per cui si registra un avanzamento finanziario  paragonabile (66% in media) sono quelli classificati nel Tema Competitività per le Imprese, che rappresentano però  meno del 5% sia del finanziamento pubblico totale e sia del totale dei pagamenti monitorati.  Il dato medio sull’avanzamento finanziario, nettamente minore (45% in media),  dipende dalla tempistica di attuazione dei progetti a esecuzione più complessa, tipicamente quelli di natura infrastrutturale. Il dato è determinato dall’associazione dell’ avanzamento finanziario più basso in assoluto (meno del 25%) relativo ai progetti in tema di Trasporti e Infrastrutture a rete, la cui realizzazione necessita di  tempi di attuazione più lunghi, ma che è anche quello in cui si cumulano i maggiori finanziamenti in valore.

Grafico 1. Finanziamento pubblico e pagamenti effettuati. Valori assoluti in miliardi di euro. Dati sui progetti aggiornati al 30 aprile 2015.

Per ulteriori informazioni di carattere generale su OpenCoesione è possibile consultare le domande frequenti (FAQ).